Street art partigiana a Reggio Emilia

L'inaugurazione domenica 24 aprile

21 Aprile 2022

Amori, Resistenza, Street Art e Quartieri Partigiani 2022. Domenica 24 aprile, in occasione del 77esimo anniversario della Liberazione di Reggio Emilia, alle 10.30 alla Baracchina di Piero al Ponte di San Pellegrino è un programma l’inaugurazione delle installazioni artistiche di Street Art realizzate grazie a Casa Bettola e Anpi San Pellegrino. Le tre immagini sono dedicate a tre grandi figure del libro “Il Bracciale di Sterline” di Matteo Incerti e Valentina Ruozi.

Le immagini di Giovanna “Libertà” Quadreri, Georg “Giorgio”’ Reinert e Luisa “Mimma” Melloni campeggeranno tra la baracchina di Piero “Peter” Canovi, l’ex partigiano del Gufo Nero diventato biciclettaio nel dopoguerra e la cui “baracchna” divenne per decenni luogo di aggregazione popolare su quel ponte.

Giorgio e Luisa, lui tedesco di Berlino inquadrato nella Wehrmacht, lei staffetta reggiana, si conobbero proprio su quel ponte nell’estate del 1944. Un ponte che per amore di Luisa, la staffetta “Mimma”, condusse Reinert a disertare dalle file del Terzo Reich e abbracciare la Resistenza a fine agosto di quello stesso anno e poi dopo la guerra ad una vita d’amore e pace nella nostra città. Giovanna “Libertà”, Giorgio e Piero “Peter, erano parte dei “Gufi Neri” di Glauco “Gordon” Monducci, e presero parte all’Operazione Tombola, l’assalto al comando tedesco della Linea Gotica Occidentale insieme a paracadutisti britannici del 2nd SAS, i garibaldini di Gianni Farri e il battaglione russi di Viktor Pirogov. I loro volti, le loro storie d’amore, resistenza e libertà insieme al logo dei “Gufi” campeggeranno tra la baracchina di Piero e il ponte. Per ricordarci di quei momenti bui che si trasformarono in pace e democrazia.

L’inaugurazione dei murales è prevista per domenica 24 aprile, il giorno in cui Reggio Emilia festeggia la sua liberazione dal nazifascismo, alle 10:30. Dal Ponte San Pellegrino partirà una camminata lungo le vie del quartiere, accompagnati dall’Orchestrina Instabile di Casa Bettola, e alle 13 si proseguirà la giornata con una Pastasciutta antifascista al Parco dei Platani.