Rinasce il Museo di Casa Cervi. Dal 28 dicembre un percorso con nuovi linguaggi per la memoria

L'inaugurazione nel 78° anniversario della fucilazione dei Sette Fratelli e di Quarto Camurri

17 Dicembre 2021

Dopo due anni di lavori, il Museo dedicato alla Famiglia Cervi si rinnova con un percorso ripensato in sintonia con i nuovi tempi, in cui il visitatore potrà ammirare gli spazi riallestiti della Casa di Gattatico, nel cuore della pianura reggiana, ma anche immergersi in esperienze multimediali di sicuro impatto emotivo.

Grazie alla potenza evocativa di grandi voci del teatro come Moni Ovadia, Ottavia Piccolo e Marco Rovelli, e con gli interventi inediti di giovani storici, Casa Cervi diventa un luogo ancora più contemporaneo e attrattivo per parlare di libertà e Resistenza alle giovani generazioni.

La storia della famiglia Cervi, la maturazione antifascista e il sogno di progresso nelle campagne, vengono raccontati con proiezioni immersive come quelle della prima sala (La Storia) e del granaio (la Quadrisfera), e con percorsi di visite che conducono a due degli oggetti-simbolo della casa-museo, il mappamondo e il trattore Balilla.

Il racconto dell’esempio e dei valori della famiglia è affidato inoltre alla “terra cruda”, in cui sono incise parole e versi che scrittori e poeti celebri hanno dedicato ai Cervi, nonché alle opere d’arte donate dagli artisti reggiani Alfonso Borghi, Mario Rosati e Costantino Morini.

Il taglio del nastro è fissato alle 11:30 del 28 dicembre, 78° anniversario della fucilazione dei Sette Fratelli Cervi e di Quarto Camurri. Ospite d’onore, il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi.

Interverranno Albertina Soliani, Iolanda Rolli (Prefetto di Reggio Emilia), Luca Ronzoni (Sindaco di Gattatico), Luca Vecchi (Sindaco di Reggio Emilia), Giorgio Zanni (Presidente della Provincia di Reggio Emilia), Alessio Mammi (Assessore all’Agricoltura della Regione Emilia-Romagna). 

A partire dalle 12:30 il nuovo percorso museale sarà aperto a tutti con visite guidate gratuite a gruppi fino al tardo pomeriggio.

Dalle 15, negli spazi del nuovo Museo, si terrà l’evento gratuito “Le letture di Genoeffa”: l’attrice e regista Roberta Biagiarelli leggerà brani tratti dai libri prediletti di Genoeffa Cocconi, madre dei Sette Fratelli: da “I promessi sposi” di Alessandro Manzoni a “La madre” di Maksim Gor’kij. Le parole saranno accompagnate dalle note live del musicista Daniele Rossi. Un pomeriggio ideale per famiglie, grandi e piccini. La prenotazione è obbligatoria scrivendo a info@istitutocervi.it o telefonando al numero 0522 678356. 


Le visite al nuovo Museo, nel rispetto delle ultimissime disposizioni anti-Covid, prevedono obbligo di Green Pass rafforzato e mascherina FFP2 per visitarne gli spazi interni.